Cerca articoli su photoXgraph

Ricerca personalizzata

Risultati

mercoledì 26 settembre 2007

La dimenticata poesia del Bianco Nero

Riporto la domanda posta da un utente sul sito answer Yahoo e la mia relativa risposta che sta riscuotendo numerosi consensi:

Mi chiedevo perchè, per quali ragioni, il b/n nella fotografia assume sempre sfumature di maggior poesia e malinconia ed intensità rispetto ad una foto a colori ?

"Semplice , la mancanza del colore concentra l'attenzione sulle forme, sulla composizione, sulle linee, sul rapporto aureo degli oggetti all'interno del rettangolo.
Il contenuto quindi si impone all'attenzione ed al ricordo.
E' uno dei classici casi in cui il colore non aggiungendo informazioni, in realtà disturba. Ed è il cervello che lo percepisce il disturbo.
Per la classica teoria della gestalt , non è ciò che vedi con gli occhi, quello che percepisci. E levando un'informazione al cervello, questo si "riposa" concentrandosi su quello che più gli piace fare, RAGIONARE ed elaborare il messaggio, sentirsi contento di averlo interpretato e capito ed entrare in simbiosi con l'artista che l'ha scattato. Il colore , strano a dirsi, gli ricorda la monotonia del bombardamento quotidiano e lo spinge a distrarsi.

Anche in pubblicità si sta tornando ad esaltare con il silenzio del B/N l'eleganza di ciò che è più prezioso. "

E davanti a queste foto di Ansel Adams, il pioniere della teoria zonale, chi può negarlo ?

by Serena Chiatante

Nessun commento:

Sottoscrivi feed

PhotoXgraph........ ovvero.... i mille appunti sulla disordinata scrivania di.......... Serena Chiatante

Declaratoria legale ai sensi della legge 62 del 7 Marzo 2001

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001