Cerca articoli su photoXgraph

Ricerca personalizzata

Risultati

lunedì 30 giugno 2008

Photoshop supercollezione





Da Diego Mattei un'altra supercollezione per Photoshop.

Lunedi Texture PhotoXgraph - raccolta 24

Pattern e texture per Photoshop rigorosamente free, ecco il ventiquattresimo appuntamento con il:

"Lunedì Texture PhotoXgraph"





Per chi avesse perso i precedenti appuntamenti basta un click qui.
by Serena Chiatante



domenica 29 giugno 2008

Primo Pubblicitario? Un Serpente

Celebrare la fine del marketing e della pubblicità sembra sia diventato il terzo sport nazionale, dopo gli altri due diffusissimi: il calcio e lo scaricabarile.

Anche se puntuali arrivano le smentite con un aumento degli investimenti in pubblicità a partire dai primi dati del 2008 che segnano una crescita di oltre il 4%.


E ci sono ottime previsioni anche per il mercato on-line con una crescita tra il 15 ed il 20% del solo settore internet e non potrebbe essere altrimenti vista la continua crescita dei navigatori del Web.

Questo perchè la buona pubblicità può significare sviluppo economico, occupazione, benessere e conoscenza (non dimentichiamo la pubblicità progresso) oltre la indiscutibile utilità di far incontrare domanda ed offerta.

Non rasserena ascoltare nei convegni degli addetti e leggere articoli che pronosticano il requiem della pubblicità, nè constatare che noti personaggi della comunicazione perdano il posto di lavoro e nemmeno può essere una soluzione mantenere in vita un mercato solo con la pubblicità delle promozioni , perchè non è "lo sconto dello sconto, il caricati per tre e paghi per due o il se non arrivi a fine mese non è colpa mia" che permetterà alla Comunicazione di chiamarsi "Futura".



Infatti non bisogna condividere tutto della comunicazione pubblicitaria.

Finito il marketing aggressivo che lasciava: "comprare un auto Ford di qualsiasi colore purchè fosse nera".
Il nero si asciugava prima e meglio degli altri colori e con questo sistema si realizzava il sogno di dare un auto a tutti gli Americani con un costo industriale più basso.
Si è passato ad un marketing che individuasse le passioni da soddisfare, dedicato a beni e servizi.

Trovo per esempio disdicevole la mercificazione dei corpi o l'esaltazione dei consumi usa e getta ma far equivalere i pubblicitari a manipolatori dei cervelli addirittura capaci di aver scippato Adamo nelle sue principali attribuzioni, mi sembra un tantino troppo.

Trovo comunque simpatico l'invito alla riflessione riportato di seguito, lanciato da Mauro Artibani su Comunitazione.it .

Uno spunto troppo ghiotto per cadere nel vuoto.

" In principio fu Adamo. Sì proprio Lui “the first”che, fornito della divina onomathesia, ha imposto il nome alle cose.
Così ci venne consegnato un mondo distinto, interpretato; dove le cose potessero accadere, dare loro esistenza: senso.
Poi è toccato a filosofi, poeti, artisti, religiosi. In ultimo, nei pressi del mondo contemporaneo, ai pubblicitari che mostrano straordinarie abilità nel perseguire cotanto compito.
Quelli della pubblicità hanno scippato Adamo.
Non solo informano: danno Nomi e Norme, ordinano Fatti, confezionano Emozioni,
dispongono Significati.
Impacchettano dentro pakaging impeccabili Esperienze, altro che prodotti; Senso, altro che merci.
Là, dove tutto è merce, la pubblicità previene poi provvede quando, come, dove, perché delle cose che accadono e noi con-formati e con-vinti, senza remore, facciamo del nostro peggio.

Esecrabili, disdicevoli?
Loro no, noi si.
Loro fanno del loro meglio.
Chi meglio di loro propone domanda di consumo?
Chi meglio di loro olia i meccanismi dell’acquisto?
A noi, orfani della domanda, non resta che acquistare fino allo stremo; fino a confondere la fisiologia dello stare nel mercato per produrre ricchezza, con la patologia del consumare che ci alberga come Fine.

Fino a generare patenti diseconomie: sprechi, monnezze, debito in eccesso, allucinate solitudini."

Ed allora proseguiamo nella interpretazione della genesi della creazione ed aggiungiamo alcune considerazioni.





Adamo era già stato scippato da prima.



E chi l'ha scippato è stato il primo ma nemmeno tanto abile comunicatore, nella forma di un serpente che è riuscito a convincere Eva. :)



Eppure nel visual della comunicazione c'erano tutti gli elementi per comprendere l'inganno.


  • Tra tutti gli animali poteva essere il serpente il top della bellezza estetica per porgere il messaggio?

  • Il suo linguaggio sibilante, intercalato dalla fuoriuscita di una lingua saettante, poteva essere il top della chiarezza comunicativa?

  • Possibile credere che una sola mela desse un potere superiore a Dio ?

  • Se così fosse stato perchè sarebbe stata lasciata lì incustodita?


  • Come mai non ne aveva usufruito il serpente stesso per diventare più potente di Dio?
La comunicazione era visibilmente fasulla e gli elementi per scoprirlo c'erano tutti così come ci sono in tutti i messaggi ingannevoli.

Perchè volergli credere e, allora come oggi, cercare qualcosa in più?

Eva si era autoscippata della facoltà di comprendere quanto avesse già a disposizione perchè aveva voglia di credere in qualcosa di superiore a ciò che fosse già suo.

Questa la storia dell'umana insoddisfazione alla ricerca dopo aver soddisfatto i bi-sogni di voler soddisfare i sogni a qualsiasi costo.

Non so quanto sia giusto che ciò possa avvenire ma di sicuro avviene spesso.

Poi, Eva non da sola ma insieme ad Adamo (che forza il passaparola), ha barattato tutto il Paradiso Terrestre per un morso ad una mela.

Oggi diremmo scherzosamente : "mi venderei per un Apple ?" :)

Ma tralasciamo la parabola comunicativa con cui ci siamo divertiti a sorridere per un pò, io credo che bisogna imparare a vedere la Comunicazione come un mezzo e come tutti i mezzi non sono mai del tutto buoni o cattivi.

Un'auto è buona quando trasporta un medico a salvare una vita, non lo è quando trasporta un pazzo che si carambola sui passanti falciandoli come birilli.

Concordo sull'uso cattivo che si fa di questa grossa capacità comunicativa che hanno sviluppato i pubblicitari, quando constato che con la pubblicità si solleticano gli istinti più bassi per vendere e la cosa sovente mi irrita, ma non dimentichiamo che siamo consumatori, a volte, con l'assurda voglia di farci consumare.

Se invece di ragionare utilizzando le parti basse, dalla cintola in giù, piedi compresi, provassimo a ragionare usando ciò che c'è dalla cintola in sù, il cuore, la testa, non cambierebbe forse qualcosa ?

Diventeremmo abili nel fare come consumatori un marketing capace di sollecitare le aziende a produrre oggetti che ci sollevano dai nostri bisogni e migliorano la vita invece che stuzzicarle a cercare di produrre oggetti e servizi che ci sollevino sì ma invece che dai bisogni ... dal fondoschiena?

Ma forse la colpa è nel DNA, Adamo ed Eva non hanno saputo resistere al fascino della mela, ed anche noi loro figli non siamo ancora in grado di scrivere con i nostri comportamenti le pagine di uno storico cambiamento e ci lasciamo cullare dal richiamo suadente delle sirene truffatrici pur di sentirci costantemente alla ricerca di chissà quale "virtude e conoscenza".


sabato 28 giugno 2008

Creatività in carta

Tra i tanti usi della carta c'è anche questo.



un click sulle immagini per ingrandirle


Per visualizzare l'intera collezione visita il sito di Peter Callesen

venerdì 27 giugno 2008

Tutorial per WebMenù by Emawebdesign

Da Emawebdesign un tutorial per creare un menù dinamico in Flash e PHP.


Nel tutorial ci sono sia le istruzioni di programmazione che la possibilità di scaricare il file di esempio modificabile a piacere.
L'indirizzo del sito: emawebdesign.com

per il download: MenuDinamicoFlash (6.41KB)

giovedì 26 giugno 2008

L'intervista a Giovanni Re su Blographik



Blographik di Mirko d'Isidoro aggiunge un'altra intervista alla sua collezione dei personaggi che animano la grafica dei nostri giorni.

Il prescelto stavolta è Giovanni Re .

Chi lo ha già incontrato nei convegni Roland non si meraviglierà di ritrovarlo, per chi non lo conoscesse sarà l'occasione di scoprirlo ed apprezzarlo.

Buona lettura su Blographik

lunedì 23 giugno 2008

Lunedi Texture PhotoXgraph - raccolta 23

Pattern e texture per Photoshop rigorosamente free, ecco il ventitreesimo appuntamento con il:

"Lunedì Texture PhotoXgraph"




Per chi avesse perso i precedenti appuntamenti basta un click qui.

sabato 21 giugno 2008

Curiosi di vedere la XXL delle pubblicità? Eccola.

Sapete qual'è il tabellone pubblicitario più grande al mondo?

Questo! un click sull'immagine per ingrandirlo.

Chi sorvola in aereo la città di Vienna può vedere la scritta composta da piante e fiori, oltre qualche tonnellata di semi di grano , circa 9 ed anche cinquantatremila piante di stagno insieme a piante di trifoglio, papaveri,senape e camomilla.

Le sole lettere sono ognuna alta 44 metri e lunghe fino a 41 metri.

Per avere una idea della dimensione totale, basta pensare ad un'area pari a cinquanta campi di calcio.

Il messaggio: "Numero 1 per il calcio e ancora in crescita!" e in un campo delle dimensioni di 436.080 mq (cioè 316 per 1.380 metri) le piante ne avranno spazio per crescere.

Il tempo di realizzazione, appena quattro mesi.

Ottima l'idea, un contributo al verde ed all'agricoltura oltre che alla fine della campagna pubblicitaria non produrre rifiuti ma foraggio per animali.

Ovviamente è entrato nel "Guiness" dei primati.

venerdì 20 giugno 2008

Il marketing di Firefox 3 continua...

Con un gadget ottenibile da... tutti, continua il simpatico marketing di Firefox e non gli costa un centesimo.


Il prodotto Firefox 3 è sicuramente buono, nonostante i soliti problemi di bug da risolvere in corso d'opera, ma il marketing che stavolta lo ha accompagnato, compresa l'idea di far scaricare contemporaneamente il programma per raggiungere il record o anche solo per dimostrare come possano saltare i server è decisamente efficace.

Pubblicità ad alta risonanza ed a costo zero. Complimenti !
Se volete anche voi il certificato raggiungete il sito Spread Firefox , inserite il nome e all'invio si genera il pdf scaricabile del certificato di partecipazione all'evento.


giovedì 19 giugno 2008

Fotografia subacquea

Le custodie per effettuare riprese subacquee non sono certo una novità.

Sicure quanto basta purchè si mantengano in efficienza le guarnizioni o-ring.

Un'alternativa economica è rappresentata dalle classiche buste in plastica a tenuta stagna in cui inserire la preziosa macchina digitale.

Ma oggi vorrei segnalarvi un'interessante alternativa per fare foto fino a 30 metri di profondità senza spendere cifre consistenti rischiando l'attrezzatura.

Si tratta di un prodotto che finalmente arriva in Italia dopo essere stato abbondantemente testato su altri mercati, soprattuto quello Americano dove è stato venduto ad un prezzo di 100 dollari.

Cos'è?


Una Maschera con incorporata una macchina digitale da 5 Megapixel.

Sul sito Liquid Image si possono ottenere maggiori informazioni e vedere alcune clip che è possibile girare con questa Digital Camera Mask.

Queste le caratteristiche:

Ha un dispositivo di puntamento fotografico, simile a quello nel casco dei piloti di aerei da caccia, in questo modo è possibile scattare foto a mani libere, allineando il mirino con il soggetto.

Possibilità inoltre di brevi video, in VGA a 18 e 25 fotogrammi al secondo.

La Digital Camera Mask può essere utilizzata fino a 30 metri di profondità.

Risoluzione di 5 Megapixel con sensore CMOS (2560 x 1920 )

USB per trasferire le immagini sul PC.

16Mb di memoria interna espandibili grazie allo slot per schede di memoria MicroSD.

Display LCD

L'alimentazione è fornita da due pile AAA da 1,5 Volt.

Ovviamente è una classico fuoco fisso con distanza di messa a fuoco tra m.1,2 e "in teoria" l'infinito. In realtà sott'acqua, senza l'uso di flash, diventa difficile superare i tre-cinque metri senza che si impasti tutta la ripresa in un uniforme blu e neanche con un'abile fotoritocco si riescono a ripristinare i particolari persi.

Ovviamente vi interesserà sapere chi la vende in Italia ed a che prezzo.

Al momento, che io sappia, è prenotabile con consegna fra pochi giorni su Fotodigit al prezzo di 80 euro.

Segnalatemi se è disponibile altrove, provvederò ad aggiornare.

martedì 17 giugno 2008

Firefox 3 - download da guinness

Firefox 3 si scarica da oggi 17 Giugno 2008.
Si cercherà di stabilire un Guinness dei Primati per il maggior numero di download di un programma effettuato nell'arco di 24 ore.
Ottimo marketing se riuscirà a raggiungere il primato di download.
Ma, soprattutto, se i server reggeranno.

Download Day - Italian

lunedì 16 giugno 2008

Lunedi Texture PhotoXgraph - raccolta 22

Pattern e texture per Photoshop rigorosamente free, ecco il ventiduesimo appuntamento con il:

"Lunedì Texture PhotoXgraph"




Per chi avesse perso i precedenti appuntamenti basta un click qui.
by Serena Chiatante

sabato 14 giugno 2008

Scrivere sul Web - Una guida zeppa di consigli

Un ebook gratuito che affronta il linguaggio di una comunicazione comprensibile.

Se sperate di trovare i consigli di come sembrare dotti, importanti ed eruditi su un determinato argomento quando scrivete sul Web, lasciate perdere, non è questa la guida che fa per voi.

Se invece vi interessa comunicare, arrivare al lettore, fugargli i dubbi, fargli lasciare la lettura di un'articolo, di un post, di un comunicato con la sensazione che " finalmente ha capito e il tempo che ha impiegato è stato per saperne qualcosa in più" allora questo è un ebook da non perdere.

Abbandonare lo schema che è il lettore deve sforzarsi di capire, perchè così si eleva culturalmente, riempire di frasi dotte e termini tecnici, è esattamente l'opposto della comunicazione.

Il fascino del linguaggio dei fanciulli, che spiegano il mondo in maniera semplice e si fanno capire da tutti, è l'assunto di ogni comunicazione verbale efficace.



L'ebook si prodiga in consigli che partono dal titolo, evidenziando come con esso si possa raggiungere già mezzo risultato.

  • Poi il testo, brevi paragrafi intercalati da righi bianchi.
  • Evitare il sottolineato ed usare il grassetto per enfatizzare.
  • Uso delle immagini, sottotitoli e didascalie.
  • Uso dei link e parole per farsi indicizzare dai motori di ricerca.
  • Stile e punteggiatura.

Ma non voglio anticiparvi oltre.

Sappiate che nonostante sia una patita della comunicazione e abbia letto decine di libri sull'argomento, questo "manualetto" è riuscito a sorprendermi sia per la chiarezza di esposizione, 48 pagine volano in un fiato, sia per la segnalazione di consigli a volte tralasciati da ben più imponenti trattati sull'argomento.

Se volete avviare il download gratuito dei 946 kb del pdf cliccate direttamente sull'immagine gentilmente concessa da infotel.it

venerdì 13 giugno 2008

Fotografa il Pianeta entro il 30 settembre!



Pubblico molto volentieri la segnalazione ricevuta da Alessandra dello staff di Eyes on the Planet, di un concorso fotografico online sull’ambiente.

E’ rivolto ai giovani di tutto il mondo, tra i 18 e i 35 anni, appassionati di fotografia, che potranno immortalare il loro punto di vista sullo stato di salute del pianeta, scegliendo fra le 4 categorie proposte (People, Environment, Food, Climate).

Il contest ha l’obiettivo di promuovere la sensibilità ambientale attraverso strumenti molto vicini ai giovani, come la fotografia e soprattutto il web.

I premi in palio sono molto prestigiosi…per citarne uno, workshop di 3 giorni in Usa con il noto fotografo Don Gale (volo, hotel, trasporti, costo del corso inclusi).

Il termine per l’invio delle foto è il 30 settembre 2008.
Su http://www.eyesontheplanet.org/ trovate tutte le informazioni e il regolamento del concorso in inglese.

mercoledì 11 giugno 2008

Grafica&Poesia conquistano una città

Quando si pensa alla grafica si usa pensare al "loghetto semplice-semplice", al volantino ed alla pubblicità stupida ed ingannevole ma quando la grafica incontra la poesia conquista spazi a cui nessun altro tipo di comunicazione può accedere.


È quello che è successo a Martina Franca per merito di un'iniziativa congiunta dei due presidi dell'Istituto Battaglini e dell'Istituto Motolese,


Piero Marinò



Eleonora Matteo.


La Comunicazione Verbale e la Comunicazione Visiva hanno acquistato la forza di coinvolgere

la città di Martina Franca in un unico progetto, quello di far riscoprire il valore della vita spesso dimenticato per colpa di un sistema di informazione che privilegia il gusto del macabro o l'esaltazione dei consumi.



L'invito a riflettere non è rivolto alla città dai "soliti adulti" nella classica veste di "illuminati Soloni", ma dalla raccolta di centinaia di riflessioni poetiche di bambini (gli adulti di domani), che esprimono il senso di quella vita che con la loro ingenuità riescono a cogliere.

Poesie che si snodano definendo secondo la visione dei bambini il senso della vita, dal "...libretto di istruzioni sull'uso della vita ritrovato tra le nuvole più soffici del mio cassetto … al sole che nascondendosi e ricomparendo, forse perchè avrà anche lui paura…." come in un " libro da scoprire e custodire o … come il messaggio di un bacio perugina" senza dimenticare che ci sono "...le pietre che inciampano il nostro cammino ma che tutte insieme possono lastricare i pensieri che portano al cuore..."

Gli studenti di grafica del Motolese sotto la guida degli insegnanti Chirulli, Pellegrini e Piergianni, hanno poi trasformato queste riflessioni in interpretazioni visive creando un variopinto carosello di emozioni colorate.




Il risultato sono dei banner in plastica telata delle dimensioni di due metri x cinque che conquistano lo spazio del centro storico violando l'austerità del Barocco martinese e la sobrietà del bianco calce.



Il percorso dell' Inno alla vita cattura l'attenzione ed abbaglia, pur confondendosi all'interno dei percorsi del quotidiano vivere cittadino.




Anche il semplice acquisto presso la bottega del pane si trasforma in un attimo di riflessione.
La comunicazione è diventata uno spettacolo che accompagnerà per tutta l'estate il percorso dei turisti che frequentano gli itinerari della Valle d'Itria.

Una pubblicazione editoriale che ha raccolto le migliori poesie e le migliori illustrazioni completa l'omaggio culturale alla città di Martina Franca da sempre sensibile alla Cultura, infatti non bisogna dimenticare i tempi concessi alla musica classica nell'ambito del Festival della Valle d'Itria.

Il mio grazie va ad Eleonora Matteo e Piero Marinò per avermi dato l'onore di contribuire a questo progetto ed aver preferito per la copertina della pubblicazione un mio disegno.

by Serena Chiatante




Sottoscrivi feed

Archivio per data di pubblicazione

PhotoXgraph........ ovvero.... i mille appunti sulla disordinata scrivania di.......... Serena Chiatante

Declaratoria legale ai sensi della legge 62 del 7 Marzo 2001

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001