Cerca articoli su photoXgraph

Ricerca personalizzata

Risultati

sabato 22 novembre 2008

Il Blog fucina dei giornalisti di Domani ?

Il 30 ottobre lanciavo nel vuoto elettronico di internet, una domanda che suonava come una provocazione: " Blog è comunicazione?"

Una domanda che in una sorta di staffetta virtuale ben diventa il testimone che accomuna gli interrogativi sorti in altri Blog. Ne ho colto una sorta di "continuum" spazio-temporale che sarebbe bello raccogliere in un'unica pubblicazione perché la trovo ricca di svariate ed interessanti risposte.

Perchè a questo punto non continuare a leggere il contributo dato nella bogosfera da tanti autori?

A cominciare da Mirko d'Isidoro su Blographik che chiede:
Perchè qualcuno dovrebbe leggere il tuo Blog ?

ed alla mia risposta nei commenti:

Caro Mirko, mi piace questa domanda, è la stessa che mi sono fatta quando ho reso pubblica la mia scrivania virtuale dove poggiare degli appunti da non dimenticare o degli articoli per Draft.it

Quello che ne è uscito, quando ho modificato la chiave per renderlo indicizzabile, è un blog davvero informale (infatti lo definisco la mia disordinata scrivania), senza struttura, su piattaforma non professionale in cui ho continuato a mettere solo ciò che delle mie passioni, grafica e fotografia, sperimento, che uso, che mi piace.

Ancora oggi mi chiedo perchè leggono il mio blog.

Come mai senza nessuna intenzionale ricerca per salire nei motori, senza iscrizioni a digg, tecnorati mi trovo a pagerank 3, oltre 60.000 pagine lette ed ai primi posti su Google in parecchie chiavi specifiche di grafica.

Mi ritrovo segnalata su siti senza che nemmeno sappia come.

Ma soprattutto, e questa la cosa che più mi sconvolge positivamente, è che ricevo centinaia di email che mi chiedono consigli, suggerimenti, mi pongono problemi. Lo sforzo di aiutare tanti che non conosco ma che sento accomunati dalle mie stesse passioni ed i loro suggerimenti se a volte mi spaventano perchè ho coscienza dei miei limiti dall’altro mi stanno spingendo a superarli ed alimentare la curiosità.

Tirando le somme ho capito che non so perchè mi leggono ma che è comunque una bellisima finestra per accomunarsi in maniera intelligente con tanti che hanno i tuoi stessi interessi e che non troveresti forse in una città intera.

Mirko approfondisce con l'articolo successivo:
Bloggare porta a nuove competenze

mentre Francesco Gavello affronta il punto di :
Come non cedere al lato oscuro
e simpaticamente propone il :
Modello Bart Simpson

E se da più parti si preannuncia la morte dei blog come linea editoriale e il carcere per i blogger, Daniel Londero cerca di puntare il dito su:
perchè questa fine non succederà
e se davvero l'informazione è tutta un'altra cosa .

Certo se avessi dovuo imparare qualcosa dall'informazione stampa, a giudicare dal taglio delle innumerevoli notizie, sarei dovuta diventare una grande esperta di violenza, omicidi e cattiverie condite in tutte le salse.

Fortunatamente la Grande Informazione la fa ancora la Grande Scuola, la Grande Editoria affiancata ora nello spirito pratico dalla Grande Blogosfera dove si trovano tante piccole risposte che fanno la differenza tra Teoria e Pratica.

Se come me pensate che dietro un blogger ci siano persone intelligenti che sentono il bisogno di diffondere la loro esperienza come contributo verso ciò che a loro volta hanno ricevuto e che i "Volontari del Web" sanno mettere, in quello che fanno, vera passione allora probabilmente sta per porsi un nuovo interrogativo:

Non sarà che i Blogger di oggi diventeranno i nuovi giornalisti di domani e questo sta preoccupando i tanti, ben pagati, presentatori di notizie Ansa?

E se l'informazione è diventata, grazie anche ai blog, davvero liquida, fa meditare l'allarme lanciato da Maurizio Goetz su Marketing Usabile che il voler imbavagliare questa comunicazione con delle leggi potrebbe significare voler fermare uno tsunami con dei sacchetti di sabbia.





3 commenti:

Mirko D'Isidoro ha detto...

Ciao Serena, ottimo post riassuntivo ;) e grazie per aver incluso i miei articoli, è per me un gran piacere riuscire a creare contenuto utile.

Non credo che noi bloggers sostituiremo i giornalisti anche perchè non abbiamo i titoli per farlo.

Sicuramente non siamo legati da vincoli aziendali e siamo certamente più liberi di esprimere ciò che vogliamo.

I tuo blog potrebbe essere l'espressione di questo:
hai successo visto il traffico che generi, perchè scrivi notizie interessanti della tua nicchia di mercato.

Continua così ;).

giorgio b. ha detto...

Sono daccordo con Mirko che sarà impossibile trasformare dei blogger in giornalisti. Facile lo può essere per te perchè sei già una giornalista accreditata su parecchi quotidiani, ma per gli altri?

Serena Chiatante ha detto...

Una giornalista accreditata!?
Credo mi stai confondendo con qualcun'altra. Se ti riferisci a degli articoli che escono sporadicamente su dei quotidiani con il mio nome, non è perchè sono una giornalista accreditata, ma ho semplicemente la fortuna che o hanno dello spazio disponibile e me li pubblicano o semplicemente perchè, fornendoli gratuitamente, è tutto guadagnato :))
Non ti nascondo che mi piacerebbe scrivere seriamente per dei giornali perchè vorrei provare a presentare un mio modo più costruttivo di vedere la realtà, ma al momento ho le stesse difficoltà che incontrano un pò tutti in questa società in profonda crisi, più che di euro, di idee e di coraggio di vivere, me per prima, naturalmente.

Sottoscrivi feed

Archivio per data di pubblicazione

PhotoXgraph........ ovvero.... i mille appunti sulla disordinata scrivania di.......... Serena Chiatante

Declaratoria legale ai sensi della legge 62 del 7 Marzo 2001

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001