Cerca articoli su photoXgraph

Ricerca personalizzata

Risultati

mercoledì 11 giugno 2008

Grafica&Poesia conquistano una città

Quando si pensa alla grafica si usa pensare al "loghetto semplice-semplice", al volantino ed alla pubblicità stupida ed ingannevole ma quando la grafica incontra la poesia conquista spazi a cui nessun altro tipo di comunicazione può accedere.


È quello che è successo a Martina Franca per merito di un'iniziativa congiunta dei due presidi dell'Istituto Battaglini e dell'Istituto Motolese,


Piero Marinò



Eleonora Matteo.


La Comunicazione Verbale e la Comunicazione Visiva hanno acquistato la forza di coinvolgere

la città di Martina Franca in un unico progetto, quello di far riscoprire il valore della vita spesso dimenticato per colpa di un sistema di informazione che privilegia il gusto del macabro o l'esaltazione dei consumi.



L'invito a riflettere non è rivolto alla città dai "soliti adulti" nella classica veste di "illuminati Soloni", ma dalla raccolta di centinaia di riflessioni poetiche di bambini (gli adulti di domani), che esprimono il senso di quella vita che con la loro ingenuità riescono a cogliere.

Poesie che si snodano definendo secondo la visione dei bambini il senso della vita, dal "...libretto di istruzioni sull'uso della vita ritrovato tra le nuvole più soffici del mio cassetto … al sole che nascondendosi e ricomparendo, forse perchè avrà anche lui paura…." come in un " libro da scoprire e custodire o … come il messaggio di un bacio perugina" senza dimenticare che ci sono "...le pietre che inciampano il nostro cammino ma che tutte insieme possono lastricare i pensieri che portano al cuore..."

Gli studenti di grafica del Motolese sotto la guida degli insegnanti Chirulli, Pellegrini e Piergianni, hanno poi trasformato queste riflessioni in interpretazioni visive creando un variopinto carosello di emozioni colorate.




Il risultato sono dei banner in plastica telata delle dimensioni di due metri x cinque che conquistano lo spazio del centro storico violando l'austerità del Barocco martinese e la sobrietà del bianco calce.



Il percorso dell' Inno alla vita cattura l'attenzione ed abbaglia, pur confondendosi all'interno dei percorsi del quotidiano vivere cittadino.




Anche il semplice acquisto presso la bottega del pane si trasforma in un attimo di riflessione.
La comunicazione è diventata uno spettacolo che accompagnerà per tutta l'estate il percorso dei turisti che frequentano gli itinerari della Valle d'Itria.

Una pubblicazione editoriale che ha raccolto le migliori poesie e le migliori illustrazioni completa l'omaggio culturale alla città di Martina Franca da sempre sensibile alla Cultura, infatti non bisogna dimenticare i tempi concessi alla musica classica nell'ambito del Festival della Valle d'Itria.

Il mio grazie va ad Eleonora Matteo e Piero Marinò per avermi dato l'onore di contribuire a questo progetto ed aver preferito per la copertina della pubblicazione un mio disegno.

by Serena Chiatante




Nessun commento:

Sottoscrivi feed

Archivio per data di pubblicazione

PhotoXgraph........ ovvero.... i mille appunti sulla disordinata scrivania di.......... Serena Chiatante

Declaratoria legale ai sensi della legge 62 del 7 Marzo 2001

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001